martedì 23 agosto 2016

POESIA A PECORANERA

Pecoranera 2004, Tenuta Grillo


La valigia piena di addii
Ai miei piedi che, come una danza tribale,
Cadenzano l'attesa.
Un fischio lontano, un treno,
Di quelli arrugginiti e romantici,
Come un vecchio reduce.
Dietro una nuvola il cielo,
Il vento ha l'odore dell'erba,
Mi accarezza, mi scombina, mi accoglie.
Il treno si ferma,
Scendo,
La valigia, ora, è leggera.

Marco Di Donna


sabato 23 luglio 2016

su Facebook Vittorio Rusinà scrive...
Non potevo non andare ad assaggiare i funghi Shitake, qui serviti fritti, da Sorij Nouveau Ho bevuto una bottiglia di Sancho Panza di Il Tufiello, il Fiano di montagna che Igiea e Guido Zampaglione producono in Irpinia, vino straordinario, per me fra i migliori bianchi d'Italia.

 Note positve sul Sorij:
1) le porzioni abbondanti
2) la cucina creativa che tiene in gran conto la materia (i fiori di zucchina in tempura ripieni di ricotta sono un piccolo capolavoro)
5) un prosciutto crudo "italo-iberico" tagliato al coltello da sballo
3) una carta dei vini con molti naturali con ricarichi onestissimi
4) un servizio al tavolo attento e gentile.
Posto del cuore!



P.S. Scusa Igiea Adami ma tu e Guido Zampaglione quante bottiglie ne fate di questo Fiano? Perché io vorrei comprarle tutte.

venerdì 22 luglio 2016

 @ziugiuanni  scrive su InstagramA cena da Pippo Demartini apriamo finalmente la nuova annata di TENUTA GRILLO SOLLEONE, il 2013!!! Guido Zampaglione stupisce e incanta sempre con uno dei principi dei Sauvignon non Sauvignon e quindi intimamente e intensamente Sauvignon vero, lontano anni luce dalle tristi caricature da premi internazionali tutte lime, menta e arbre magique. Agli antipodi da molti Bianchi piemontesi esili e intrisi di falso bon ton. Un Sauvignon mediterraneo e terrunciello, nobile e solare, naso carnoso che ti risveglia da qualunque torpore: lavanda essicata al limone, prugne candite, sidro e grano arso all'olio di mandorle. Sorso caldo, rifulgente d'oro rosa ma mai pesante, sempre vivo, scalpitante e stratificato di emozioni: composta di arance rosse e finocchietto selvatico, pesca stramatura e curcuma, nocciole al miele e zafferano e pera abbrustolita con polvere di cacao bianco. Ispiratore come sempre di visioni altromondiste e di nuovi orizzonti enoici e non solo.

mercoledì 1 giugno 2016

Festa Calitrana - Parla Come Mangi - bottega alimentare Rapallo

#‎FESTACALITRANA‬     PARLA COME MANGI - RAPALLO
Non perderti per nulla al mondo il risotto di Beni di Busonengo di Igiea Adami mantecato nel caciocavallo di grotta di Luigi Di Cecca  dalloChef Davide Zinali del Ristorante Miramare di Rapallo
con un bicchiere di Fiano Sancho Panza de Il Tufiello di Calitri. MERAVIGLIOSACOSA!
http://pellegrinotarantino.daportfolio.com/gallery/779115#6

Questo e tento altro alla FESTA CALITRANA di Sabato 4 giugno dalle ore 18:30 da ParlaComeMangi, insieme ai vini naturali di Igiea Adami e Guido Zampaglione, i caciocavalli di grotta di Luigi Di Cecca e le note della musica dell'ultimo capolavoro di VINICIO CAPOSSELA dedicato a Calitri," Le canzoni della Cupa" !
ristorazione irpina di qualità Mesali

martedì 24 maggio 2016

Tenuta Grillo, The Wizard of Piedmont: Our Most Interesting Italian White and Our New Cult Producer

BACCABIANCA it's genius and a unique work of art along the lines of the wines of Puffeney, Berlioz, Thierry Germain, Weltner and other "unicorn"/ cult wine producers.  Describing this wine is almost impossible as, like other great works of art, it's unique.  Spend an hour with it and try and write a tasting note.  I dare you.  It's impossible, much like describing the Mona Lisa by first describing her ear and then her nose, etc.  The overall effect of the painting is what matters and that is very hard to describe.  So here it goes.  First, the color which is borderline gold and faded tangerine.  The nose is just crazy. The aromatics are off the hook.  Nutty.  Creamy.  They change every five minutes.  The palate is really hard to describe.  Hints of passion fruit, but not overly fruity.  Creamy.  Some nut overtones.  Tea notes flit in and out.  Some soft tannins.  There is stunning juiciness that is unique in that it hits all over the inside of your mouth like a juicy explosion.  There is also awesome balance with wonderful mineral notes.  It's one of those wines that is so well made and integrated you have to concentrate to pick out flavor elements, almost like the wines of Laible.  The finish is long, long, long, complex and mineral.
It leaves you speechless at the end as your brain.
[read more]

mercoledì 18 maggio 2016

Solleone 2011 - Il Genius Loci di Gamalero

...."Non una beva scontata, ne una beva che vuole stupire ad ogni costo, non omologabile, ma riconoscibile, l’idea di bianco che Zampaglione ha voluto nei suoi vini, nient’altro che la sua interpretazione del territorio, che non sa essere Sauvignon nella sua accezione classica, ma un Sauvignon di Tenuta Grillo in  Monferrato". [leggi tutto il post] di Roberto Orciani

https://www.facebook.com/Non-solo-tappo-466043873491029/